Rossignoli, aeranti-corallo: le imprese televisive accolgono la proposta del ministro gasparri e stanno per definire il codice di autoregolamentazione per le televendite di astrologia, cartomanzia e pronostici

image_pdfimage_print

cs 39/2002

                                      COMUNICATO STAMPA
                                         AERANTI – CORALLO

                        Le imprese radiotelevisive locali italiane                 

 

 

Roma, lì 13/5/2002

 

ROSSIGNOLI, AERANTI-CORALLO: LE IMPRESE TELEVISIVE ACCOLGONO LA PROPOSTA DEL MINISTRO GASPARRI E STANNO PER DEFINIRE IL CODICE DI AUTOREGOLAMENTAZIONE PER LE TELEVENDITE DI ASTROLOGIA, CARTOMANZIA E PRONOSTICI

 

Come anticipato da alcune notizie di stampa (si veda in particolare il quotidiano .Com di oggi, 13 maggio), è imminente la definizione da parte delle imprese televisive locali e nazionali del codice di autoregolamentazione per le televendite di astrologia, cartomanzia e pronostici. Il testo del codice verrà esaminato dalla Commissione per l’assetto del sistema radiotelevisivo, di cui fanno parte i rappresentanti di AERANTI-CORALLO, riunita per domani, martedì 14 maggio alle ore 14.00 presso la sede del Ministero delle Comunicazioni di v.le America 201, Roma.

Al riguardo, l’avv Marco Rossignoli, coordinatore di AERANTI-CORALLO (la federazione di categoria aderente a Confcommercio che rappresenta 1.141 imprese radiotelevisive locali sulle circa 1.700 operanti), ha dichiarato: “Dopo le note vicende giudiziarie che hanno posto l’attenzione sulla problematica delle televendite di astrologia, cartomanzia e pronostici, le imprese televisive hanno accolto la proposta del Ministro Gasparri di un codice di autoregolamentazione in materia e si sono attivate per la definizione delle stesso. AERANTI-CORALLO – ha proseguito Rossignoli – evidenzia che le televendite sono disciplinate da precise norme sia statali sia comunitarie, che prevedono anche un’adeguata tutela del consumatore. Si è però condivisa l’opportunità dell’adozione di un codice di autoregolamentazione che introduca regole particolarmente dettagliate per la tutela dei telespettatori relativamente alle televendite di astrologia, cartomanzia e pronostici. Per le altre tipologie di televendita e per ogni altra forma di pubblicità non si rendono necessarie ulteriori forme di disciplina oltre a quelle già esistenti.”

Rossignoli ha concluso evidenziando che anche la carta stampata effettua forme di pubblicizzazione di astrologia, cartomanzia e pronostici secondo le caratteristiche di tale mezzo di comunicazione. AERANTI-CORALLO pertanto auspica che anche le imprese editrici di quotidiani e periodici provvedano a definire al più presto un proprio codice di autoregolamentazione in materia.

 

Per informazioni: 348 4454981

 

 

                                                         AERANTI-CORALLO,
                                              aderente alla Confcommercio,
             rappresenta 1.141 imprese radiofoniche e televisive locali italiane