Su proposta di aeranti-corallo e’ stato approvato dalla commissione per le provvidenze editoria per le imprese televisive locali un ordine del giorno in cui si invita il dipartimento per l’informazione e l’editoria a emanare i decreti di pagamento per le pratiche pendenti entro il 31 dicembre 2002

image_pdfimage_print

cs 54/2002

                                           COMUNICATO STAMPA

                                             AERANTI – CORALLO

                           Le imprese radiotelevisive locali italiane                        

Roma, lì 26/7/2002

 

SU PROPOSTA DI AERANTI-CORALLO E’ STATO APPROVATO DALLA COMMISSIONE PER LE PROVVIDENZE EDITORIA PER LE IMPRESE TELEVISIVE LOCALI UN ORDINE DEL GIORNO IN CUI SI INVITA IL DIPARTIMENTO PER L’INFORMAZIONE E L’EDITORIA A EMANARE I DECRETI DI PAGAMENTO PER LE PRATICHE PENDENTI ENTRO IL 31 DICEMBRE 2002

 

Oggi la Commissione per le Provvidenze Editoria per le Imprese Televisive Locali istituita presso la Presidenza del Consiglio ha approvato, su proposta dei rappresentanti di AERANTI-CORALLO nella commissione, il seguente ordine del giorno:

 

“PREMESSO

– che deve essere ancora completato l’iter istruttorio relativamente alle domande per il riconoscimento delle provvidenze di cui all’art. 7 comma 1 della legge 422/93 da parte di molte imprese televisive locali relativamente agli anni 1997, 1998, 1999, 2000;

– che si rende conseguentemente necessario completare l’attività istruttoria delle suddette pratiche ed emanare i relativi decreti nel più breve tempo possibile:

– tutto ciò premesso

INVITA

Il Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri a completare l’iter istruttorio di tutte le pratiche pendenti relative agli anni 1997, 1998, 1999, 2000 citate in precedenza e ad emanare i relativi decreti entro il 31 dicembre 2002.

Dispone altresì che venga convocata una riunione della Commissione entro settembre 2002 al fine di avere un aggiornamento da parte del Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri sullo stato della situazione e sulle iniziative intraprese per risolvere la problematica.”

Commentando l’approvazione dell’Ordine del giorno, l’avv. Marco Rossignoli, coordinatore di AERANTI-CORALLO, la federazione aderente a Confcommercio che rappresenta oltre 1.000 imprese radiofoniche e televisive locali, ha dichiarato: “AERANTI-CORALLO ha proposto questo ordine del giorno e siamo lieti che sia stato approvato all’unanimità dalla Commissione in quanto è della massima urgenza risolvere la problematica del riconoscimento delle provvidenze editoria da parte del Dipartimento informazione ed editoria della Presidenza del Consiglio per gli anni dal 1997 al 2000.”

Le provvidenze sono, come noto, costituite dal rimborso del 50% dei costi delle utenze elettriche, telefoniche e degli altri servizi di telecomunicazione, compresi i collegamenti via satellite, nonché dal rimborso dell’80% dei costi dei canoni di abbonamento alle agenzie di informazione. Si tratta, dunque, di misure contributive rilevanti, il cui ritardo nell’erogazione comporta gravi danni alla gestione finanziaria delle imprese radiotelevisive che hanno da tempo computato tali provvidenze nei propri preventivi di bilancio.

Per informazioni: 348 4454981

 

                                                                      AERANTI-CORALLO,

                                                           aderente alla Confcommercio,

                          rappresenta 1.046 imprese radiofoniche e televisive locali italiane