TeleRadiofax n. 16/2008 – 02 Agosto 2008

image_pdfimage_print

 Scarica il testo in formato PDF

Sommario:


AERANTI-CORALLO INCONTRA IL SOTTOSEGRETARIO ALLE COMUNICAZIONI ON. PAOLO ROMANI

■ Lo scorso martedì 29 luglio si è svolto, presso la sede del Ministero dello sviluppo economico-Comunicazioni di l.go Pietro di Brazzà, a Roma, un incontro di AERANTI-CORALLO con il Sottosegretario alle comunicazioni on. Paolo Romani. Nel corso dell’incontro sono stati affrontati i problemi di attualità del settore radiotelevisivo locale, con particolare riferimento alla transizione al digitale televisivo, al tema delle risorse dell’emittenza locale (con particolare riguardo alla richiesta di sgravi fiscali per le imprese che investono in pubblicità sulle emittenti locali) e all’esigenza di sbloccare i ritardi burocratici nell’erogazione delle misure di sostegno per le radio locali. Al termine dell’incontro, il coordinatore AERANTI -CORALLO Rossignoli ha espresso soddisfazione per la grande sensibilità manifestata dal Sottosegretario Romani relativamente alle problematiche dell’emittenza locale. “Riteniamo – ha detto Rossignoli – che la transizione al digitale televisivo possa avvenire senza particolari traumi per l’emittenza locale, anche nelle regioni dove la pianificazione delle frequenze si rivelerà più complessa.” Per quanto riguarda il comparto radiofonico, Rossignoli ha poi auspicato che vengano trovate al più presto soluzioni per portare a regime i meccanismi di erogazione dei relativi contributi statali.

CONCLUSI I LAVORI DEL TAVOLO TECNICO VALLE D’AOSTA PRESSO L’AGCOM PER LA PIANIFICAZIONE TELEVISIVA DIGITALE

■ Con la condivisione del verbale delle riunioni, redatto dagli uffici della Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, si sono conclusi i lavori del tavolo tecnico per la Regione Valle D’Aosta finalizzato al procedimento di pianificazione televisiva digitale in tale regione. Come già illustrato nello scorso numero di TeleRadioFax, sono state individuate trentasei reti, 24 destinate alle emittenti nazionali e 12, cioè un terzo, alle emittenti locali. Le fasi del procedimento prevedono che, dopo la firma del verbale da parte di tutti i soggetti interessati, venga emanata una apposita delibera dell’Agcom, cui farà seguito il rilascio da parte del Ministero dello sviluppo economico-comunicazioni dei titoli abilitativi, assegnando le relative frequenze di trasmissione agli operatori nazionali e locali.
Tale assegnazione potrà essere rivista alla luce della necessità di compatibilizzazione con la prossima pianificazione dell’area piemontese.

ACCORDO TRA L’ARD – ASSOCIAZIONE PER LA RADIOFONIA DIGITALE IN ITALIA E LA RADIO VATICANA

■ Nei giorni scorsi è stato sottoscritto un protocollo d’intesa tra la ARD – Associazione per la Radiofonia Digitale costituita da AERANTI-CORALLO, Rai Way e Rna), e la Radio Vaticana. Con il protocollo d’intesa si dà vita ad un tavolo permanente di consultazione tra i due organismi firmatari per lo scambio di informazioni tecniche circa gli standard di emissione digitale radiofonica da adottare e i requisiti minimi degli apparati riceventi. Formeranno argomento del tavolo comune anche l’utilizzo dello spettro radioelettrico in banda VHF III e le forme di collaborazione presso gli organismi internazionali. L’obiettivo è quello di pervenire, nel campo della radiodiffusione sonora, ad una transizione al digitale impostata su basi di condivisione tra i principali operatori, di pianificazione nell’uso delle frequenze e di razionale crescita del mezzo radiofonico.
Erano presenti alla firma per la ARD Marco Rossignoli e Fabrizio Berrini di AERANTI-CORALLO, Francesco De Domenico e Stefano Ciccotti di Rai Way, Sergio Natucci di Rna, e per la Radio Vaticana il Direttore Generale Padre Federico Lombardi, il Direttore Tecnico Sandro Piervenanzi, il direttore amministrativo Alberto Gasbarri e il responsabile dell’ufficio legale Giacomo Ghisani.

 

L’AGCOM EMANA LA GRADUATORIA PER L’ACCESSO AL 40% DI CAPACITA’ DIGITALE SULLE RETI TELEVISIVE NAZIONALI

■ Il Consiglio dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, presieduto da Corrado Calabrò, relatori i Commissari Stefano Mannoni e Michele Lauria, con delibera n. 449/08/CONS, ha approvato le graduatorie dei soggetti che possono accedere al quaranta per cento della capacità trasmissiva delle reti digitali terrestri di Rai, Elettronica Industriale e Telecom Italia Media Broadcasting.
Le graduatorie, predisposte dalla Commissione di valutazione prevista dal disciplinare di gara di cui alla delibera n. 645/07/CONS e nominata dall’Autorità, sono distinte tra soggetti che hanno richiesto di accedere alla capacità trasmissiva a livello nazionale e soggetti che hanno richiesto la capacità a livello regionale.
L’Autorità provvederà ora a richiedere ai soggetti in graduatoria di comunicare la preferenza sul multiplex dove allocare i loro contenuti e, successivamente, ad associare la capacità trasmissiva disponibile, in base anche a criteri di efficienza allocativa, rispetto alle preferenze espresse seguendo l’ordine di graduatoria. Riportiamo qui di seguito due tabelle contenenti le graduatorie (nazionale e locale) redatte dall’Agcom per l’accesso alla capacità trasmissiva del quaranta percento.
Il testo della delibera n. 449/08/CONS della Agcom è pubblicato nel sito internet www.aeranticorallo.it, sezione “Normativa”, sottosezione “Normativa in materia di trasmissione televisive digitali DVB-T e DVB-H”.

 

                      GRADUATORIA NAZIONALE
SOGGETTO PARTECIPANTE                        
      PUNTEGGIO
COMPLESSIVO
         1  Digital Tv Channels Italy s.r.l.                 69
         2  NBC Universal Global Networks Italia s.r.l. “Progetto Cinema”                 66
         3  NBC Universal Global Networks Italia s.r.l. “Progetto Factual”                 60
         3  Costituendo Consorzio Alphabet                 60
         5  Rete Blu s.p.a.                 57
         6  Class Editori s.p.a.                 55
         6  Turner Entertainment Networks Ltd Canale “Cartoon Network”                 55
         6  Turner Entertainment Networks Ltd Canale “Boomerang”                 55
         9  The Walt Disney Company Italia s.p.a. canale “Disney Family”                 52
         9  The Walt Disney Company Italia s.p.a. canale “Disney prescolare”                 52
         9  The Walt Disney Company Italia s.p.a. canale “Disney Animazione”                 52
         9  AIR P TV Development Italia s.r.l.                 52
         9  AIR P TV Development Italia s.r.l.                 52
         9  AIR P TV Development Italia s.r.l.                 52
         9  AIR P TV Development Italia s.r.l.                 52
         9  AIR P TV Development Italia s.r.l.                 52
         9  AIR P TV Development Italia s.r.l.                 52
       18  QVC Italia s.r.l.                 50
       19  Top up Tv Italia s.p.a.                 49
       20  Anicaflash s.r.l.                 45
       21  Sitcom Società Italiana Comunicazione s.p.a.                 40
       22  Infront Italy s.r.l. canale televiso “Easy Baby”                 36
       23  Archimede s.r.l.                 32
       24  Infront Italy s.r.l. canale televisivo “Big Dream”                 31
       25  ESPN (Europe Midlle East Africa) Ltd                 30

 

                 GRADUATORIA LOCALE
SOGGETTO PARTECIPANTE               
  PUNTEGGIO
COMPLES.
   AREA    REG.
RICHIESTA
   Antenna Tre Nordest s.r.l.        41    VENETO
   Telelombardia s.r.l.        47    LOMBARDIA

 

IL 31 LUGLIO RIUNIONE ALL’AGCOM SULLE MODIFICHE DEL ROC, IL REGISTRO DEGLI OPERATORI DI COMUNICAZIONE

■ Giovedì 31 luglio si è svolta, presso la sede di Napoli della Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, una riunione, coordinata dal responsabile del Servizio ispettivo e registro della stessa Agcom, avv. Nicola Sansalone, e finalizzata all’esame della bozza del nuovo regolamento del Registro degli operatori di comunicazione (ROC) che dovrà essere emanato dalla stessa Autorità. Le modifiche proposte dall’Agcom sono finalizzate sia alla semplificazione degli adempimenti per le imprese, sia all’armonizzazione e al coordinamento del regolamento stesso, che è stato, negli anni, più volte modificato da successive delibere.
AERANTI-CORALLO, intervenuta alla riunione con Fabrizio Berrini e Fabio Carera, ha avanzato una serie di richieste per quanto riguarda gli adempimenti a carico degli operatori del settore dell’emittenza locale, finalizzate a rendere più semplici l’interpretazione del regolamento stesso e i relativi adempimenti.
L’obiettivo fissato dalla Autorità è quello di emanare, una volta terminata la fase di condivisione della bozza di regolamento con gli operatori, una delibera, al fine di rendere efficace il nuovo regolamento a partire dal 2009.

RIUNITE LE TASK FORCE SARDEGNA E PIEMONTE

■ Si sono riunite nei giorni scorsi le due Task Force Sardegna e Piemonte istituite dal Ministero dello sviluppo economico-Comunicazioni per la gestione delle fasi di switch off televisivo anticipato previsto nelle suddette due regioni. In particolare, venerdì 25 luglio, presso la sede di V.le America del Ministero, si è incontrata la Task Force Sardegna.
Nel corso della riunione, è stato, tra l’altro, reso noto il calendario definitivo di spegnimento, in Sardegna, degli impianti analogici televisivi, suddiviso per giorni; tale calendario prevede che tutte le emittenti sarde, nazionali e locali, programmino la conversione al digitale dei propri impianti in un arco di tempo compreso tra il 15 e il 31 ottobre.
Il 29 luglio, nella sede di largo Pietro di Brazzà, si è invece riunita, alla presenza del Sottosegretario Romani, la Task Force Piemonte, che ha iniziato a definire tempi e modalità di attuazione dello switch off anticipato in quella regione.
In tale sede, è stata comunicata la nomina della d.ssa Eva Spina, dirigente del Ministero dello sviluppo economico-Comunicazioni, quale nuovo responsabile delle task force. Alla d.ssa Spina vanno gli auguri di buon lavoro di AERANTI-CORALLO.