TeleradioFax n. 22/2006 – 02 Dicembre 2006

image_pdfimage_print

 Scarica il testo in formato PDF
Sommario:


IL SENATO APPROVA IN VIA DEFINITIVA IL DECRETO FISCALE. SEMPRE AL SENATO, IN DISCUSSIONE IL DDL PER LA FINANZIARIA 2007.

LE NOVITA’ PER LE RADIO E TV LOCALI. UN EMENDAMENTO ALLA FINANZIARIA FORMULATO DAL GOVERNO PROPONE LA RIDUZIONE A UN DECIMO, PER L’EMITTENZA LOCALE, DELLE SANZIONI INTRODOTTE DAL DECRETO FISCALE.

■ Il Senato ha definitivamente convertito in legge, nella seduta del 23 novembre scorso, il decreto legge n. 262 recante disposizioni urgenti in materia tributaria e finanziaria (il cosiddetto “decreto fiscale”), nel testo approvato dalla Camera dei deputati. Il provvedimento, pubblicato nella Gazzetta ufficiale n. 277 del 28 novembre 2006, supplemento ordinario n. 223, contiene, come già riportato negli scorsi numeri di TeleRadioFax, alcune norme in tema di provvidenze editoria (il cui stralcio è disponibile nel sito www.aeranticorallo.it, sezione “Normativa”, sottosezione “Normativa in materia di editoria”). In particolare, all’art. 2, comma 117, il provvedimento specifica che verranno adottati degli appositi regolamenti finalizzati alla razionalizzazione e al riordino delle provvidenze editoria, alla rideterminazione e snellimento delle procedure per il calcolo dei suddetti contributi. Il comma 120 e il comma 121 del medesimo articolo 2, riducono il rimborso delle spese per l’abbonamento alle agenzie di informazione dall’80 al 60 percento del relativo costo, mentre il comma 123 specifica che a decorrere dal 2007 viene prevista la rimborsabilità del 50 percento di un solo canone di abbonamento a collegamenti di telecomunicazione per attività di interconnessione via satellite.

Il medesimo decreto fiscale, all’art. 2, comma 136, ha inoltre decuplicato gli importi delle sanzioni previste dall’art. 98 del Codice delle comunicazioni di cui al Dlgs 259/2003 (relative alle reti e servizi di comunicazione elettronica ad uso pubblico). Tale norma è causa di forte preoccupazione per le emittenti locali in quanto i nuovi importi delle sanzioni sono insostenibili per queste ultime. Deve pertanto essere accolto con particolare favore l’emendamento governativo, di iniziativa del Ministero delle comunicazioni, con il quale viene proposta, come auspicato da AERANTI-CORALLO, (in conformità con le previsioni di legge per altre tipologie di sanzioni), la riduzione a un decimo degli importi delle suddette sanzioni per le emittenti locali. Sempre in tema di legge Finanziaria, è previsto all’art. 18, comma 749, l’incremento del finanziamento annuale per le misure di sostegno alle emittenti locali (nella misura del 90 percento alle imprese televisive locali e del 10 percento alla radiofonia). Il fondo verrà dunque incrementato dagli attuali 98,6 milioni a circa 128,6 milioni di euro per l’anno 2007, a circa 143,6 milioni di euro per l’anno 2008 e a circa 133,6 milioni di euro per l’anno 2009.
Nella discussione della Finanziaria al Senato dovrebbe infine essere inserito un altro emendamento governativo finalizzato, come aveva dichiarato il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Ricardo Franco Levi, a recuperare i 40 milioni stralciati dal capitolo delle provvidenze editoria.

 

ALLA CAMERA E’ IMMINENTE L’INIZIO DELL’ESAME DEL DDL GENTILONI

■ Le Commissioni VII (Cultura) e IX (Trasporti e telecomunicazioni) della Camera dei Deputati riuniranno all’inizio della prossima settimana i rispettivi uffici di presidenza per calendarizzare una serie di audizioni con gli operatori del settore in merito all’esame del ddl di disciplina del settore televisivo nella fase di transizione alla tecnologia digitale (c.d. “ddl Gentiloni”).
Ricordiamo che il provvedimento è stato presentato lo scorso 16 ottobre 2006 e inizierà l’iter parlamentare alla Camera dove è stato iscritto con il numero AC 1825.

 

IN DIFFUSIONE LA PUBBLICAZIONE DEL TESTO DEL CCNL AERANTI-CORALLO/FNSI COORDINATO CON LE MODIFICHE INTRODOTTE CON L’ACCORDO DI PROROGA DEL 2005

■ E’ stato pubblicato nei giorni scorsi il testo del Ccnl 3 ottobre 2000 tra AERANTI-CORALLO e Fnsi, coordinato con le modifiche e integrazioni intervenute con l’accordo di proroga del Ccnl stesso stipulato in data 19 dicembre 2005. Tale Ccnl riguarda il lavoro giornalistico nelle radio e tv locali, nelle imprese fornitrici di contenuti informativi digitali in ambito locale, nei canali satellitari diffusi in chiaro, nelle syndication e nelle agenzie di informazione radiotelevisiva. Coloro che fossero interessati a ricevere copia della pubblicazione potranno farne richiesta, via e-mail, ad aeranticorallo@aeranticorallo.it

 

REGOLAMENTO REGIONALE PUGLIA APPLICATIVO DELLA LEGGE REGIONALE N. 5/2002

■ La Giunta Regionale Puglia, con delibera n. 1293 del 5 settembre 2006, nell’adottare in via definitiva il Regolamento applicativo della Legge regionale Puglia n. 5/2002, già adottato in via di urgenza con la delibera n. 825 del 13 giugno 2006 (impugnata da AERANTI-CORALLO al Tar Puglia, sede di Bari), ha approvato alcuni emendamenti al Regolamento stesso, tra i quali, la previsione che “i termini fissati dalle sezioni E e H del Regolamento decorrono dalla definitiva emanazione dello stesso da parte del Presidente della Giunta Regionale”.
L’emanazione è avvenuta con la pubblicazione del suddetto regolamento nel Bollettino ufficiale della Regione Puglia n. 120 del 20 settembre u.s. Di conseguenza, i termini per espletare gli adempimenti previsti dai sopracitati punti E (Catasto) e H (Primi adempimenti a carico degli operatori) del Regolamento Regionale scadranno rispettivamente il 3 gennaio 2007 e il 19 dicembre 2006.
Frattanto, AERANTI-CORALLO ha proposto (nel corso del giudizio avanti il Tar già pendente) impugnazione, mediante ricorso per motivi aggiunti, avverso la sopracitata delibera n. 1293 del 5 settembre 2006.
Nel corso dell’udienza del 23 novembre u.s. avanti il Tar Puglia, è emerso che la Regione Puglia si è impegnata a revocare il limite (oggetto della impugnazione di AERANTI-CORALLO) di 3 V/m, per i nuovi impianti, introdotto dalla normativa regionale, in luogo del limite di 6 V/m previsto dalla normativa statale di cui al Dpcm 8 luglio 2003.
Il Tar Puglia, con l’ordinanza assunta in data 23 novembre 2006, pur respingendo l’istanza di sospensiva del suddetto Regolamento, ha affermato nella relativa motivazione, che i suddetti termini per gli adempimenti non sarebbero perentori e che manca la sanzione per il caso di inadempimento.

 

L’AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI ADOTTA UN ATTO DI INDIRIZZO SULLA DIGNITA’ DELLA PERSONA E SUL RISPETTO DEI MINORI

 

■ La Commissione Servizi e Prodotti dell’Agcom, presieduta da Corrado Calabrò, ha adottato un atto di indirizzo – relatore Michele Lauria – sul rispetto dei diritti fondamentali della persona, della dignità personale e del corretto sviluppo fisico, psichico e morale e dei minori nei programmi di intrattenimento. L’atto (delibera 165/06/CSP del 22 novembre 2006, pubblicata sulla Gazzetta ufficiale n. 280 del 1 dicembre u.s.) richiama le emittenti pubbliche e private e i fornitori di contenuti a rispettare i principi fondamentali del sistema radiotelevisivo posti a garanzia degli utenti, con specifico riguardo all’armonico sviluppo dei minori e alla dignità e ai diritti fondamentali della persona, tra i quali il rispetto dei sentimenti religiosi. L’Autorità, ritenendo che anche i programmi di intrattenimento debbano essere improntati ai principi di responsabilità sociale, rispetto delle opinioni degli utenti, che caratterizzano obbligatoriamente i programmi di informazione, anche sulla base delle recenti segnalazioni pervenute dal Comitato per l’applicazione del Codice tv e minori, ha richiamato le emittenti e i fornitori di contenuti a evitare il ricorso a volgarità gratuite, turpiloquio, rappresentazione di violenza fisica e verbale, allusioni o rappresentazioni di natura sessuale tali da offendere la dignità umana o la sensibilità dei minori.
L’Agcom ha inoltre invitato tutti i destinatari della delibera ad adottare cautele rafforzate nel corso delle trasmissioni in diretta e a valutare, nella predisposizione della scaletta e nella scelta degli ospiti, i rischi potenziali di violazione delle norme di correttezza.
Il testo della delibera è pubblicato nel sito www.aeranticorallo,it, sezione “normativa”, sottosezione “Norme relative ai rapporti tra minori e tv”.

 

L’AGCOM AVVIA UNA CONSULTAZIONE PUBBLICA PER L’EMANAZIONE DI UN REGOLAMENTO SULLA CAPACITA’ TRASMISSIVA NEI MULTIPLEX DIGITALI DELLE TV NAZIONALI

■ Il Consiglio dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, presieduto da Corrado Calabrò, ha approvato lo scorso 23 novembre uno schema di regolamento per l’allocazione del quaranta percento della capacità trasmissiva nei multiplex digitali di Rai, Mediaset e Telecom Italia Media, al fine di favorire il pluralismo e di accelerare la transizione al digitale terrestre a cominciare dalle regioni “all digital”.
Tale schema, di cui sono relatori i Commissari Michele Lauria e Stefano Mannoni, ipotizza l’istituzione di una commissione di esperti, nominata dall’Autorità e dal Ministero delle Comunicazioni, che assegnerà, tramite una procedura competitiva, la capacità trasmissiva agli editori indipendenti e agli operatori di rete che richiedano il completamento della copertura delle proprie reti.
Lo schema di regolamento prevede anche una procedura di numerazione automatica dei canali digitali. Su tale problematica, AERANTI-CORALLO osserva che l’eventuale attivazione di una procedura di numerazione automatica dei canali digitali debba prevedere adeguato spazio per le emittenti locali, che non dovranno essere assolutamente penalizzate dalla collocazione in posizioni sfavorevoli alle stesse.

 

APPUNTAMENTI

■ Il prossimo 7 dicembre, sul canale diffuso via satellite Class CNBC (Canale 505 di Sky) verrà trasmesso alle ore 16.00 il programma “Nuova televisione” condotto e curato dalla giornalista Iole Saggese.
Il tema della puntata è la riforma televisiva e il ruolo delle emittenti televisive locali.
Alla trasmissione parteciperà per AERANTI-CORALLO Fabrizio Berrini.
—————–
L’Isimm, e l’Università Roma Tre promuovono l’11 dicembre una giornata di riflessione sul tema “Switchover 2 – la transizione al digitale a trent’anni dalla liberalizzazione dell’etere”. Luogo dell’incontro è il Teatro Palladium di Roma (in piazza Bartolomeo Romano).
Il programma della giornata prevede due sessioni, una mattutina e l’altra pomeridiana. Intitolata “1976-2006, a trent’anni dalla liberalizzazione dell’etere”, la sessione mattutina (con inizio alle ore 9.30), prevede una introduzione di Massimo Fichera dell’Isimm, una relazione del prof. Enzo Cheli, già Presidente dell’Agcom, nonché una serie di interventi di docenti universitari ed esponenti del settore radiotelevisivo. E’ previsto anche un intervento di Marco Rossignoli, coordinatore AERANTI-CORALLO.
—————–
Si tiene a Roma (Palazzo Marini, Sala delle Conferenze – Via del Pozzetto, 158), il prossimo 12 dicembre, a partire dalle 8.30, la quarta edizione della “tavola rotonda con l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni”, organizzata dalla stessa Agcom in collaborazione con Economist Conferences.
Si tratta di un appuntamento annuale dove l’Autorità si incontra e si confronta pubblicamente con i protagonisti del settore dei media sui principali provvedimenti regolamentari del settore.
La giornata è articolata in quattro sessioni di lavoro.
Si segnala, in particolare, la quarta sessione (con inizio alle 16.15) sul tema “Il probabile slittamento dello switch off al 2012 in Italia. Quali le nuove strategie per ripensare il percorso verso il digitale terrestre?”, che verrà condotta dal Commissario dell’Agcom Michele Lauria, alla quale parteciperà per AERANTI-CORALLO Marco Rossignoli.
Al termine dei lavori, le conclusioni sono affidate al Presidente dell’Agcom Corrado Calabrò.
L’ingresso è gratuito, ma è necessario preregistrarsi collegandosi al sito www.business-international.it, sezione “ICT e New Media”.

 

DUE NUOVI VOLUMI SULLA RADIO

■ Segnaliamo due novità librarie sulla radiofonia privata, che quest’anno, come la televisione,compie i suoi primi trent’anni. Il primo volume, dal titolo “Con una certa frequenza” è stato curato da Lorenzo Berardi, Silvestro Ramunno e Paolo Soglia (presidente della Radio Città del Capo di Bologna). Distribuito in edicola con il periodico “Il Domani” di Bologna, edito da Yema Edizioni, il volume racconta la storia della radiofonia
bolognese. Bologna ha un ruolo importante per la radiofonia privata, in quanto ha dato i natali a tante delle
prime esperienze radiofoniche che hanno segnato il percorso del settore anche nel resto dell’Italia.
Altro volume pubblicato in questi giorni è “Via Etere – 30 anni di radio“, di Paolo Lunghi, con prefazione dell’On. Tana de Zulueta, edizioni Ibiskos Ulivieri.
Il volume analizza il settore radiofonico partendo dalle realtà di provincia e offre un interessante punto di vista sulle prime esperienze di radiofonia privata che si sono sviluppate negli anni ’70 nel nostro Paese.

 

L’AGCOM EMANA IL REGOLAMENTO SUI TRASFERIMENTI DI PROPRIETA’ RADIOTELEVISIVI

■ Con delibera n. 646/06/CONS, in corso di pubblicazione in Gazzetta ufficiale, l’Agcom ha emanato il nuovo regolamento in materia di autorizzazione ai trasferimenti di proprietà delle società radiotelevisive, dei procedimenti in materia di posizioni dominanti e dell’attività di verifica delle operazioni di concentrazione nel sistema integrato delle comunicazioni. Il regolamento, che sostituisce le delibere 26/99 e 290/03/CONS, è stato approvato dopo una consultazione pubblica, alla quale è intervenuta anche AERANTI-CORALLO, formulando le proprie osservazioni e proposte in materia.
Il testo del provvedimento è pubblicato nel sito www.aeranticorallo.it, sezione “Normativa”, sottosezione “Norme attuative”.

 

L’ETSI ELEGGE IL NUOVO BOARD DELL’ASSEMBLEA GENERALE. RESTERA’ IN CARICA SINO ALLA FINE DEL 2008

 

L’assemblea generale dell’Etsi, l’Ente europeo che si occupa di fissare gli standard nel campo delle telecomunicazioni, riunitasi recentemente a Nizza, ha eletto il nuovo board, che resterà in carica sino alla fine del 2008.
Chairman è stato eletto John Phillips (della Nortel Networks Europe), mentre i due vice-chairman sono Nicola Colecchia (della Anuit) e Armin Toepfer (della Vodafone D2 GmbH).
La riconferma per la seconda volta di Nicola Collecchia (rappresentante dell’Anuit, l’Associazione italiana utenti di telecomunicazioni, cui aderisce AERANTI-CORALLO) è un evidente segno dell’apprezzamento per il lavoro svolto dallo stesso in seno all’Ente europeo.
Al nuovo board dell’Assemblea generale dell’Etsi vanno gli auguri di buon lavoro di AERANTI-CORALLO.