TeleRadiofax n. 6/2014 – 22 marzo 2014

image_pdfimage_print

pdfScarica il testo in formato PDF

Sommario

In Gazzeta Ufficiale il Decreto di convocazione dei comizi elettorali per le elezioni europee: dal 19 marzo è iniziato il periodo di par condicio
Pubblicità sui media, dati Nielsen di gennaio 2014: radio e tv crescono in controtendenza con l’andamento generale
Aeranti-Corallo chiede la convocazione delle commissioni per le provvidenze radio e tv
Alcuni provvedimenti di competenza dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni attesi dal settore televisivo locale
Il termine per il versamento del contributo Pro-Agcom per il 2014, per radio e tv con ricavi superiori a 500.000 euro, scade il 30 aprile. La misura del contributo è stata ridotta dall’1,9 all’1,4 per mille. Il termine per la comunicazione telematica è stato anticipato al 30 aprile, in luogo del 31 maggio previsto in precedenza
Valutazione del Sic Agcom: nel 2012 il valore complessivo scende da 20 a 19 miliardi di euro
L’Agcom modifica il piano di assegnazione delle frequenze per la tv digitale terrestre in Sicilia
Al RadioTv Forum 2014 di Aeranti-Corallo previsto un seminario formativo su radio e social media
Martedì 25 marzo a Bologna la firma del Protocollo Regionale “Donne e Media”
Il 27 marzo seminario Agcom sul regolamento per il diritto d’autore online

IN GAZZETTA UFFICIALE IL DECRETO DI CONVOCAZIONE DEI COMIZI ELETTORALI PER LE ELEZIONI EUROPEE: DAL 19 MARZO E’ INIZIATO IL PERIODO DI PAR CONDICIO

■ Con  DPR 17 marzo 2014, pubblicato  sulla Gazzetta ufficiale n. 64 del 18 marzo u.s., sono stati convocati i comizi elettorali per le consultazioni europee. A partire dal 19 marzo 2014 si applicano, pertanto, le disposizioni in materia di par condicio (legge 28/2000, come modificata dalla legge 313/2003 e codice di autoregolamentazione per le emittenti locali di cui al DM 8 aprile 2004. A breve dovrà essere emanata anche la regolamentazione Agcom per tali elezioni). Si ricorda, pertanto, che nei programmi di informazione delle emittenti locali dovrà essere garantito il pluralismo attraverso la parità di trattamento, l’obiettività, l’imparzialità e l’equità; resta comunque salva per l’emittente locale la libertà di commento e di critica, che, in chiara distinzione tra informazione e opinione, salvaguardi comunque il rispetto delle persone. Le emittenti locali a carattere comunitario potranno esprimere i principi di cui sono portatrici. Occorre inoltre evidenziare che in qualunque trasmissione radiofonica e televisiva diversa da quelle di comunicazione politica e dai messaggi politici autogestiti, è vietato fornire, anche in forma indiretta, indicazioni o preferenze di voto. Si ricorda, infine, che dalla data di convocazione dei comizi elettorali, è fatto divieto alle amministrazioni pubbliche di svolgere attività di comunicazione, ad eccezione di quelle effettuate  in forma impersonale ed indispensabili per l’efficace assolvimento delle proprie funzioni.
La normativa in materia di par condicio è disponibile nel sito www.aeranticorallo.it, sezione “Normativa”; sottosezione “Normativa in materia di trasmissioni di propaganda elettorale”

PUBBLICITA’ SUI MEDIA, DATI NIELSEN DI GENNAIO 2014: RADIO E TV CRESCONO IN CONTROTENDENZA CON L’ANDAMENTO GENERALE

■ Il mercato degli investimenti pubblicitari a gennaio 2014, secondo la rilevazione mensile condotta da Nielsen, chiude a -2,8%, pari a circa 12,6 milioni di euro in meno, rispetto allo stesso mese del 2013. Lo scorso mese di dicembre il dato globale aveva registrato un decremento del -4%. Continua, tuttavia, il trend di riduzione dello scarto e il conseguente avvicinamento a quota zero, cominciato a ottobre 2013.
Nell’analisi dei diversi mezzi, gli unici settori che registrano un segno positivo sono la tv che cresce del +1,6%, e la radio, che registra un incremento del +5%. Pesantemente negativa la stampa, con i quotidiani che perdono il -15,1%, e i periodici che perdono il -11,8%. Internet (per il perimetro monitorato da Nielsen) cala del -4,1%, mentre cinema, direct mail e outdoor sono tutti attorno al -5% rispetto allo scorso anno. Calo importante per le affissioni, sia transit che outdoor, entrambe a poco più di -30%.

AERANTI-CORALLO CHIEDE LA CONVOCAZIONE DELLE COMMISSIONI PER LE PROVVIDENZE RADIO E TV

■ Nei giorni scorsi AERANTI-CORALLO ha formulato al Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega all’editoria, on. Luca Lotti e al Capo del Dipartimento editoria, cons. Ferruccio Sepe, una richiesta di convocazione delle commissioni consultive per le provvidenze editoria alle imprese televisive e radiofoniche. Rilevando che l’ammissione alle provvidenze editoria da parte della Presidenza del Consiglio costituisce requisito per il riconoscimento dei contributi annualmente stanziati dal Ministero dello Sviluppo Economico a favore delle imprese radiofoniche e televisive locali, il coordinatore AERANTI-CORALLO avv. Marco Rossignoli ha sottolineato che, in considerazione della crisi del mercato pubblicitario (che ha causato una rilevante contrazione dei ricavi delle imprese del settore), risulta evidente l’importanza di poter accedere tempestivamente ai suddetti contributi e, per tali ragioni, ha rappresentato l’esigenza che le citate commissioni si riuniscano al più presto al fine dell’espressione del parere relativo alle provvidenze per l’anno 2012 nonché per esaminare eventuali istanze, pervenute alla Presidenza del Consiglio, relative alle provvidenze editoria per gli anni precedenti.

ALCUNI PROVVEDIMENTI DI COMPETENZA DELL’AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI ATTESI DAL SETTORE TELEVISIVO LOCALE

■ Le imprese televisive locali sono in attesa che l’Agcom emani alcuni provvedimenti regolamentari che semplificherebbero in modo rilevante le incombenze cui le stesse sono sottoposte.
Ci riferiamo, nello specifico, a quanto previsto dall’art. 8, comma 1 della delibera n. 353/11/CONS della Agcom, che stabilisce che i soggetti titolari di autorizzazione per fornitori di servizi di media audiovisivi debbano compilare mensilmente il registro dei programmi nel formato elettronico, definito dall’Agcom con separato provvedimento, previa consultazione dei soggetti interessati. La disponibilità del formato elettronico del registro programmi semplificherebbe l’attività di compilazione e di conservazione di tali registri, anche in considerazione che, a seguito del passaggio al digitale, molte imprese (essendo titolari di più autorizzazioni per fornitori di servizi di media audiovisivi) devono compilare più registri dei programmi.
Con riferimento, inoltre, all’art. 25, comma 2 della citata delibera n. 353/11/CONS (che stabilisce che l’operatore di rete in ambito locale che sia anche fornitore di servizi media debba adottare un sistema di contabilità separata), al fine di dare soluzione alle incertezze applicative che sono emerse, occorrerebbe che l’Agcom emanasse delle linee guida per definire i criteri tecnici di tale contabilità separata.

IL TERMINE PER IL VERSAMENTO DEL CONTRIBUTO PRO-AGCOM PER IL 2014, PER RADIO E TV CON RICAVI SUPERIORI A 500.000 EURO, SCADE IL 30 APRILE. LA MISURA DEL CONTRIBUTO E’ STATA RIDOTTA DALL’1,9 ALL’1,4 PER MILLE. IL TERMINE PER LA
COMUNICAZIONE TELEMATICA E’ STATO ANTICIPATO AL 30 APRILE, IN LUOGO DEL 31 MAGGIO PREVISTO IN PRECEDENZA

■ Con delibera n. 547/13/CONS dell’Agcom, del 30 settembre 2013, pubblicata in Gazzetta ufficiale n. 61 del 14 marzo 2014, è stata fissata  la misura per il contributo dovuto alla stessa Autorità per l’anno 2014.
Sono assoggettati a tale contributo, tra gli altri, le emittenti radiofoniche e televisive, i fornitori di servizi di media, gli operatori di rete, i fornitori di servizi interattivi associati o di servizi di accesso condizionato, le concessionarie di pubblicità, le agenzie di informazione radiotelevisiva, che abbiano conseguito ricavi relativi all’anno 2013 superiori a 500.000 euro. Sono esentati dal contributo, oltre a coloro che nell’anno 2013 hanno conseguito ricavi pari o inferiori a 500.000 euro, anche le imprese in liquidazione o soggette a procedure concorsuali, nonché quelle che hanno iniziato l’attività nel 2013.
La misura del contributo, che dovrà essere versato entro il 30 aprile p.v., è pari all’1,4 per mille dei ricavi risultanti nell’ultimo bilancio approvato prima dell’adozione della delibera 547/13/CONS ed è determinato applicando tale aliquota ai ricavi conseguiti nel settore delle comunicazioni (in precedenza tale contributo era fissato nella misura dell’1,9 per mille). Ricordiamo, inoltre, che tutte le imprese rientranti nell’ambito di applicazione della normativa, anche se esentate dal versamento del contributo, dovranno inoltrare esclusivamente per via telematica, tramite posta elettronica certificata, all’Agcom, entro il 30 aprile 2014, il modello di comunicazione telematico di cui alla delibera n. 71/14/CONS dell’Agcom (tale termine è stato anticipato, in quanto, in precedenza, era fissato al 31 maggio).
I testi delle delibere n. 547/13/CONS e n. 71/14/CONS dell’Agcom sono pubblicati nel sito www.aeranticorallo.it, sezione “Normativa”, sottosezione “Normativa in materia di contributi pro Authority”

VALUTAZIONE DEL SIC AGCOM: NEL 2012 IL VALORE COMPLESSIVO SCENDE DA 20 A 19 MILIARDI DI EURO

■ Con un comunicato stampa in data 13 marzo u.s., l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ha reso noto di aver approvato la valutazione delle dimensioni economiche del Sistema Integrato delle Comunicazioni (SIC) relativa all’anno 2012. In tale anno, il valore complessivo del SIC è stato pari a circa 19 miliardi di euro, rispetto ai 20 miliardi di euro circa raggiunti nel 2011, con un decremento annuo del settore delle comunicazioni pari al 6,2%, andamento negativo ancora più marcato di quello registrato, nel 2012, dall’intera economia nazionale.
L’area radiotelevisiva (anche sul web) rappresenta, con il 47,3% (pari a circa 9 miliardi di euro), l’ambito con la maggiore incidenza sul totale delle risorse economiche. Seguono l’editoria quotidiana, l’editoria periodica e le agenzie di stampa (anche sul web), con il 28,4% (circa 5,4 miliardi di euro). Il comparto editoriale è completato dai ricavi derivanti da editoria annuaristica e altra editoria elettronica (anche sul web), pari complessivamente a circa 451 milioni di euro (2,4% del SIC). I ricavi relativi alla pubblicità online, individuata quest’anno per la prima volta, alla luce delle modifiche apportate all’articolo 43, comma 10, del Testo unico dei servizi di media audiovisivi e radiofonici, ammontano a circa 1,5 miliardi di euro.
Seguono, poi, il settore cinematografico con circa 940 milioni di euro e la pubblicità esterna, che, nel 2012, incide per il 2% circa sui ricavi complessivi del SIC (374 milioni di euro). Le iniziative di comunicazione di prodotti e servizi e le sponsorizzazioni, raggiungono complessivamente 1,4 miliardi di euro, pari al 7,1% del totale delle risorse.
Nessuno dei soggetti operanti nel SIC supera i limiti antitrust definiti dall’art. 43, comma 9 del Testo Unico (ovvero il 20 percento dei ricavi complessivi del SIC).
I cinque principali gruppi operanti nell’ambito del SIC (Fininvest, Rai, 21st Century Fox, Gruppo Editoriale L’Espresso, RCS Mediagroup e Seat Pagine Gialle) rappresentano, congiuntamente, più del  50% di tale aggregato.

L’AGCOM MODIFICA IL PIANO DI ASSEGNAZIONE DELLE FREQUENZE PER LA TV DIGITALE TERRESTRE IN SICILIA

■ Con delibera n. 91/14/CONS del 24 febbraio 2014, l’Autorità per le Garanzie nelle comunicazioni ha modificato il piano di assegnazione delle frequenze per la tv digitale terrestre di cui alla delibera n. 93/12/CONS, limitatamente alla Regione Sicilia.
Le modifiche intervenute si sono rese necessarie al fine di risolvere le problematiche interferenziali tra le emissioni italiane e Malta. In particolare, sono state introdotte limitazioni nell’impiego dei canali 38 UHF e 43 UHF, il cui utilizzo viene consentito esclusivamente da siti trasmittenti ubicati nella parte Nord dell’Isola, come indicato all’allegato 1 della delibera stessa.
Ricordiamo che l’art. 6, comma 8 del decreto legge n. 145/13 (Destinazione Italia), convertito in legge, con modificazioni, dalla legge n. 9/14, prevede che le misure compensative ivi previste si applichino anche alle frequenze oggetto di EU Pilot.
Il testo della delibera n. 91/14/CONS della Agcom è pubblicato nel sito internet www.aeranticorallo.it, sezione “Normativa”, sottosezione “Normativa in materia di trasmissioni televisive digitali DVB-T e DVB-H”

AL RADIOTV FORUM 2014 DI AERANTI-CORALLO PREVISTO UN SEMINARIO FORMATIVO SU RADIO E SOCIAL MEDIA

■ Tra i numerosi incontri, seminari e workshop in cui si articolerà la nona edizione del RadioTv Forum di
AERANTI-CORALLO, il 27 e 28 maggio p.v. a Roma, uno non mancherà di suscitare l’attenzione del mondo radiofonico. “Social Media & Radio Community Online: come massimizzare la visibilità della tua Radio Online” è il titolo del seminario formativo organizzato in collaborazione con radiospeaker.it e specificamente dedicato a  editori radiofonici e direttori di rete.
Numerosi gli argomenti che verranno affrontati, tra i quali: Facebook, gestisci gli ascoltatori come una community; Twitter, il nuovo modo per promuovere il tuo programma radiofonico; Il Blog 2.0, strategie di comunicazione online; Youtube, i video virali per promuovere te e il tuo programma; Radio App, perché è importante avere la App della propria radio?
Per partecipare a questo e agli altri seminari formativi, è necessaria la preregistrazione all’evento accedendo al sito www.radiotvforum.it (dal menu posto nella home page del sito, selezionare la voce “RadioTv Forum 2014”; indi, nel sottomenu dedicato a quest’ultima, selezionare la voce “Preregistrazione”); una volta preregistrati, effettuando il login nell’Area riservata, si potrà attivare anche la preregistrazione ai seminari formativi.
Si incrementano, frattanto, le adesioni all’area expo.
Le aziende che hanno a oggi confermato la propria partecipazione sono:
3d Storm, 3G Electronics, Aev Broadcast, Ard – Associazione per la Radiofonia digitale in Italia, Avid, Axel Technology, Blt Italia, Broadcast Solutions, Bt Monitoring, ClassX, Db – Digital Broadcast Group, Diem Technologies, Elenos, Enrico Pietrosanti, Etere, Exhibo, GfK Eurisko, Hispasat, Ipsos, M-Three Satcom, Midiware, Network Electronics, Open Sky, Prase Engineering, Radiospeaker.it, Rohde & Schwarz, R.v.r. Elettronica, Se.Di.Com., Sematron Italia, Sielco, Sira Sistemi Radio, Software Creation, Tecnorad, Xdevel.
Ulteriori informazioni sull’evento sono disponibili sul sito www.radiotvforum.it.
Inoltre, tutti gli aggiornamenti verranno resi noti anche attraverso gli account di AERANTI-CORALLO presenti su Facebook (www.facebook.com/aeranti. corallo) e su Twitter (all’indirizzo @aeranticorallo).

MARTEDI’ 25 MARZO A BOLOGNA LA FIRMA DEL PROTOCOLLO REGIONALE “DONNE E MEDIA”

■ Si terrà martedì 25 marzo, a Bologna (ore 12.00 presso la Sala Giunta della Regione Emilia-Romagna, V.le Aldo Moro, 52, Bologna – IX piano) la cerimonia per la firma del Protocollo d’intesa regionale “Donne e Media”, cui seguirà una conferenza stampa. Tale protocollo, finalizzato a una rappresentazione rispettosa del genere femminile nell’ambito dell’informazione e della comunicazione, è stato promosso dalla Presidente del Corecom Emilia Romagna, Giovanna Cusenza, e dall’Assessore regionale allo Sviluppo delle risorse umane e organizzazione, cooperazione allo sviluppo, progetto giovani, pari Opportunità, Donatella Bortolazzi. Tra le finalità del documento, vi è quella di “promuo-vere un’immagine equilibrata e plurale di donne e uomini contrastando gli stereotipi di genere nei media, e favorire la conoscenza e la diffusione dei principi di uguaglianza, di pari opportunità e di valorizzazione delle differenze di genere.”
Per AERANTI-CORALLO interverrà alla firma il coordinatore Marco Rossignoli.

IL 27 MARZO SEMINARIO AGCOM SUL REGOLAMENTO PER IL DIRITTO D’AUTORE ONLINE

Si terrà il prossimo giovedì 27 marzo un seminario, organizzato dall’Agcom, sul tema “Il regolamento Agcom sul diritto d’autore online: profili applicativi”. Tale incontro è finalizzato a illustrare agli addetti ai lavori le implicazioni di carattere applicativo del sistema informatizzato di gestione delle istanze. Il sistema è stato realizzato grazie alla partnership tra l’Agcom e la Fondazione Ugo Bordoni.
Per AERANTI-CORALLO parteciperà al seminario l’avv. Marco Rossignoli.