TeleRadiofax n. 8/2024 – 19 aprile 2024

 

pdfScarica il TeleRadioFax in formato PDF

Sommario

Radio digitale Dab+: rilasciati i primi diritti di uso a operatori di rete locali
In Gazzetta ufficiale il decreto legislativo 25 marzo 2024, n. 50 di integrazione e correzione del TUSMA – Testo Unico dei Servizi di Media Audiovisivi
RadioTER 2024: i dati complessivi di ascolto radio nel 1° trimestre 2024
E’ in vigore la par condicio per le elezioni europee dell’8 e 9 giugno 2024
Proseguono i lavori del Tavolo tecnico Agcom per la definizione dell’icona di accesso ai canali della tv
Radiofonia locale in lutto per la scomparsa di Roberto Giovannini

 

Radio digitale Dab+: rilasciati i primi diritti di uso a operatori di rete locali

La DGTEL del Mimit ha rilasciato i primi diritti di uso delle frequenze per il servizio di radiodiffusione sonora terrestre in tecnica digitale di cui al PNAF-DAB.
In particolare, sono stati rilasciati i diritti di uso relativi alle prime manifestazioni di interesse inviate al Mimit entro il 4 agosto del 2023, per i bacini di utenza n. 08 – Emilia Romagna; n. 11 – Marche; n. 12 e n. 20 – Sardegna.
Come noto, i relativi elenchi, pubblicati in data 9 novembre 2023, evidenziavano la seguente situazione:
BU 08 (Emilia Romagna): tre manifestazioni di interesse, di cui due per la rete n. 2 e una per la rete n. 3 e nessuna per la rete n. 1. In considerazione che due società avevano chiesto la medesima rete, il Mimit aveva quindi fissato una seduta pubblica (prevista dall’art. 4, comma 4 dei bandi), all’esito della quale le due società consortili avevano raggiunto un accordo. Successivamente, il Mimit pubblicava, in data 22 dicembre 2023, la nuova tabella contenente l’elenco delle tre manifestazioni di interesse, una per ciascuna delle tre reti regionali.
BU 11 (Marche): due manifestazioni di interesse, una per la rete n. 1 e una per la rete n. 2, nessuna per la rete n. 3.
BU 20 (Sardegna): due manifestazioni di interesse, una per la rete n. 1 e una per la rete n. 3, nessuna per la rete n. 2.
I provvedimenti di assegnazione dei diritti di uso emanati dalla Divisione IX della DGTEL del Ministero delle Imprese e del Made in Italy hanno una durata massima pari a 20 anni. I diritti di uso – si legge sui provvedimenti – potranno essere modificati in caso di variazioni della pianificazione secondo gli adeguamenti del PNAF – DAB che saranno previsti dall’AGCOM anche derivanti da accordi internazionali, ferma restando la loro cessazione automatica, anticipata rispetto al termine massimo anzidetto, a seguito del completamento della fase di avvio dei mercati allorquando l’AGCOM, ai sensi di quanto stabilito dall’art. 18 del Regolamento, individuerà le modalità concorrenziali di assegnazione delle relative frequenze.
Il Mimit ha, altresì, comunicato il rilascio di due diritti di uso per il bacino di utenza n. 4B – provincia autonoma di Bolzano.

 

IN GAZZETTA UFFICIALE IL DECRETO LEGISLATIVO 25 MARZO 2024, N. 50 DI INTEGRAZIONE E CORREZIONE DEL TUSMA – TESTO UNICO DEI SERVIZI DI MEDIA AUDIOVISIVI

E’  stato pubblicato nella  Gazzetta ufficiale n. 90 del 17 aprile 2024 il decreto legislativo 25 marzo 2024, n. 50 recante “Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 8 novembre 2021, n. 208, recante il testo unico dei servizi di media audiovisivi (TUSMA) in considerazione dell’evoluzione delle realtà del mercato, in attuazione della direttiva (UE) 2018/1808 di modifica della direttiva 2010/13/UE”.
Il provvedimento entrerà in vigore il prossimo 2 maggio 2024.
A questo link è disponibile il testo completo del citato decreto legislativo 25 marzo 2024, n. 50.

 

RADIOTER 2024: I DATI COMPLESSIVI DI ASCOLTO RADIO NEL 1° TRIMESTRE 2024

TER – Tavolo Editori Radio srl, la società che cura la rilevazione degli ascolti radiofonici in Italia, ha comunicato lo scorso 18 aprile i dati complessivi di ascolto del mezzo radio relativi al 1° trimestre 2024 (corrispondente al periodo tra il 16 gennaio 2024 e il 25 marzo 2024). In tale periodo, su una popolazione di età superiore ai 14 anni pari a 52.231.073 individui,  gli ascoltatori della Radio, nel giorno medio, sono stati 35.340.000. Inoltre, gli ascoltatori nei 7 giorni sono stati 44.241.000. Nel quarto d’ora medio (AQH dalle 06.00 alle 00.00), infine, RadioTER ha registrato 6.563.000 ascoltatori.

 

E’ IN VIGORE LA PAR CONDICIO PER LE ELEZIONI EUROPEE DELL’8 E 9 GIUGNO 2024

Con la delibera n. 90/24/CONS del 12 aprile 2024, l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha pubblicato il regolamento recante Disposizioni di attuazione della disciplina in materia di comunicazione politica e di parità di accesso ai mezzi di informazione relative alla campagna per l’elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia fissata per i giorni 8 e 9 giugno 2024. Il termine per gli adempimenti relativi ai MAG (messaggi politici autogestiti a titolo gratuito, rimborsati dallo Stato attraverso le Regioni) per radio e tv locali, è scaduto lo scorso mercoledì 17 aprile 2024, ovvero cinque giorni dopo l’entrata in vigore della succitata delibera. Per quanto riguarda le prossime elezioni amministrative, nonché per le elezioni regionali del Piemonte, l’Agcom dovrebbe pubblicare, nei prossimi giorni, le informazioni relative alla par condicio in una apposita sezione del proprio sito internet. Il testo della delibera n. 90/24/CONS dell’Agcom è disponibile a questo link.

 

PROSEGUONO I LAVORI DEL TAVOLO TECNICO AGCOM PER LA DEFINIZIONE DELL’ICONA DI ACCESSO AI CANALI DELLA TV

E’ stata calendarizzata per il prossimo lunedì 22 aprile la terza riunione del Tavolo tecnico Agcom di cui alla delibera 294/23/CONS, (regolamentazione in materia di accessibilità del sistema di numerazione automatica della televisione digitale terrestre), coordinato dal Vice Direttore della Direzione servizi media Agcom, dott. Paolo Lupi.  Ricordiamo che il  tavolo, ai cui lavori partecipa anche Aeranti-Corallo,  ha come finalità la definizione delle caratteristiche dell’icona di accesso alla tv digitale terrestre e vede la partecipazione dei fornitori di servizi di media e delle loro associazioni, dei produttori di dispositivi, dei gestori e sviluppatori delle interfacce utente, oltre che di eventuali altri soggetti interessati.

 

RADIOFONIA LOCALE IN LUTTO PER LA SCOMPARSA DI ROBERTO GIOVANNINI

E’ mancato nella notte tra il 18 e il 19 aprile Roberto Giovannini, storico presidente dell’Associazione Radio FRT, facente parte di Confindustria Radio Televisioni. Dirigente pubblico, si è sempre dedicato al settore radiofonico fin dalla liberalizzazione dell’etere.
Aeranti-Corallo e i suoi dirigenti esprimono il proprio profondo cordoglio.