TeleRadiofax n. 06/2007 – 24 Marzo 2007

image_pdfimage_print

 Scarica il testo in formato PDF
Sommario:



DIGITALE TERRESTRE TV: AERANTI-CORALLO RICORRERA’ AL TAR LAZIO PER L’ANNULLAMENTO DELLA DELIBERA DELL’AGCOM SULL’ACCESSO ALLA CAPACITA’ TRASMISSIVA E SULLA NUMERAZIONE DEI CANALI TELEVISIVI DIGITALI

■ Nel corso di una affollata conferenza stampa dal titolo “La tv digitale deve essere anche locale”, tenutasi nella mattinata di mercoledì 21 marzo presso l’Hotel Nazionale di p.zza Montecitorio, a Roma, AERANTI-CORALLO ha annunciato che ricorrerà al Tar per il Lazio per chiedere l’annullamento della delibera n. 109/07/CONS della Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 66 del 20 marzo u.s., recante la disciplina della cessione del quaranta percento della capacità trasmissiva delle reti digitali terrestri.

Il coordinatore AERANTI-CORALLO e presidente AERANTI,Marco Rossignoli, ha affermato, durante il proprio intervento nella conferenza stampa, che il recente provvedimento dell’AGCOM marginalizza l’emittenza locale in quanto, in base alle previsioni dello stesso, quasi tutte le tv locali non potranno accedere alla capacità trasmissiva in questione e quindi non potranno sviluppare la propria presenza nel mercato digitale durante la fase di transizione alla nuova tecnologia. Rossignoli ha inoltre aggiunto che AERANTI-CORALLO ritiene che l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni non sia competente a disciplinare, in alcun modo, la problematica della numerazione automatica dei canali e che quindi l’utenza debba avere piena libertà di ordinare i canali stessi a proprio piacimento come avviene per la tv analogica. Luigi Bardelli, componente dell’esecutivo di AERANTI-CORALLO e presidente del CORALLO, ha affermato che, in una logica pluralistica e concorrenziale, l’accesso alla capacità trasmissiva in questione deve essere consentito a tutti coloro che non dispongono di impianti operanti esclusivamente in digitale in almeno l’ottanta percento dell’area geografica servita in tecnica analogica.
Alla conferenza stampa è intervenuto anche il segretario della FNSI Paolo Serventi Longhi, che ha espresso solidarietà ad AERANTI-CORALLO, condividendo le preoccupazioni dell’associazione riguardo agli effetti che la delibera dell’Agcom potrebbe avere sull’emittenza locale, laddove venisse applicata nell’attuale formulazione.
Particolarmente apprezzata è stata la presenza del Commissario della Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Sen. Roberto Napoli, che ha seguito i lavori della conferenza stampa.
L’intervento integrale del coordinatore AERANTI-CORALLO Marco Rossignoli è pubblicato sul sito www.aeranticorallo.it, sezione “Documenti.”; il testo della delibera dell’Agcom è invece disponibile nel medesimo sito, sezione “Normativa”, sottosezione “Norme attuative in materia di disciplina del sistema radiotelevisivo pubblico e privato”.

L’AGCOM EMANA UN ATTO DI INDIRIZZO SUL RISPETTO DEI DIRITTI FONDAMENTALI DELLA PERSONA

■ E’ pubblicato in G.U. n. 63 del 16 marzo 2007 l’atto di indirizzo dell’Agcom (delibera n. 23/07/CSP) riguardante il rispetto dei diritti fondamentali della persona e il divieto di trasmissioni che presentano scene pornografiche.
Nel provvedimento, l’Agcom richiama le emittenti locali e nazionali all’osservanza di quanto disposto dal T.U della radiotelevisione in materia di divieto di trasmissione di programmi contenenti scene pornografiche. Nella stessa delibera vengono individuati i criteri di individuazione delle suddette scene.
Il testo della delibera è pubblicato nel sito www.aeranticorallo.it, sezione “Normativa”, sottosezione “Norme attuative”.

AUDIZIONE DI AERANTI-CORALLO ALLA CAMERA SUL DDL GENTILONI: IL MERCATO TELEVISIVO DEVE USCIRE DALLA LOGICA DUOPOLISTICA

■ Martedì scorso, 20 marzo 2007, si è tenuta l’audizione di AERANTI-CORALLO sul “Ddl Gentiloni” (AC 1825) presso le Commissioni riunite VII (Cultura) e IX (Trasporti e Telecomunicazioni) della Camera dei Deputati, sotto la presidenza dell’On. Pietro Folena, presente anche l’on. Michele Meta, presidente della IX Commissione.
La delegazione di AERANTI-CORALLO, nel valutare positivamente il disegno di legge, ha affermato che il mercato della televisione in chiaro sia caratterizzato dal cosiddetto duopolio Rai – Mediaset, con conseguente assenza di pluralismo e di concorrenza nel settore. AERANTI-CORALLO ha quindi chiesto che il Ddl preveda norme specifiche per il riequilibrio delle risorse pubblicitarie a favore delle tv locali, quali il contenimento degli affollamenti pubblicitari delle tv nazionali private al 15%, con contestuale riduzione degli spazi pubblicitari della Concessionaria pubblica; la possibilità di trasmettere televendite riservata solo alle tv locali; l’inserimento delle telepromozioni delle tv locali nei limiti di affollamento giornaliero.
La delegazione di AERANTI-CORALLO ha inoltre evidenziato l’importanza che le indagini di ascolto adottino metodologie capaci di rilevare la specificità delle tv locali su base provinciale.
Infine, AERANTI-CORALLO ha chiesto che il Disegno di legge individui soluzioni anche sul piano della utilizzazione delle risorse frequenziali, affinché le tv locali possano effettivamente competere nei nuovi scenari digitali.

PER AERANTI-CORALLO LE PROVVIDENZE EDITORIA FAVORISCONO LO SVILUPPO DELL’INFORMAZIONE DA PARTE DELL’EMITTENZA RADIOFONICA E TELEVISIVA LOCALE

■ Si è svolta a Roma , lo scorso martedì 13 marzo 2007, nell’ambito della consultazione pubblica avviata dal Dipartimento per l’informazione e l’editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri, in riferimento alla riforma della normativa riguardante l’editoria, l’audizione di AERANTI-CORALLO.
Erano presenti, tra gli altri, il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega all’editoria, on. Ricardo Franco Levi, il Presidente della Commissione per la riforma del settore editoria, prof. Enzo Cheli e il Capo del Dipartimento per l’informazione e l’editoria, cons. Paolo Peluffo
Nel corso dell’incontro, AERANTI-CORALLO ha ribadito che le provvidenze previste dalla normativa sull’editoria a favore delle imprese radiofoniche e televisive locali hanno contribuito negli anni allo sviluppo della capacità informativa del comparto, tanto è vero che AERANTI-CORALLO, fin dall’ottobre 2000, ha stipulato con la FNSI – Federazione nazionale della stampa italiana- il CCNL per il settore radiotelevisivo locale che attualmente disciplina i rapporti di lavoro con circa 1200 giornalisti.
AERANTI-CORALLO ha pertanto affermato di ritenere indispensabile il mantenimento dell’attuale sistema di provvidenze con la contestuale previsione di un adeguamento della relativa copertura finanziaria.

IL 26 MARZO A BOLOGNA SI PARLA DI RADIO

■ A Bologna, lunedì 26 marzo, presso il Dipartimento di discipline della Comunicazione dell’Università, in via Azzo Giardino 23, si tiene una giornata di studio organizzata dal Corecom Emilia Romagna dal titolo “Il futuro della Comunicazione? La radio”.
La mattina i lavori verranno introdotti dal Presidente del Corecom Emilia Romagna Gianni Marvasi; sono previsti numerosi interventi di esperti e
istituzioni.
Per AERANTI-CORALLO interverrà alla sessione mattutina, con una relazione sulle problematiche delle radio locali, il coordinatore Marco Rossignoli.

IL 2 APRILE RIUNIONE DEL CNID

■ E’ fissata al prossimo 2 aprile, alle ore 16.00, presso la sede del Ministero delle comunicazioni, in l.go di Brazzà a Roma, la riunione del Comitato nazionale Italia Digitale, presieduto dal Ministro Gentiloni, nel quale AERANTI-CORALLO è rappresentata dal coordinatore Marco Rossignoli. Il Gruppo tecnico dello stesso Comitato si riunirà, invece, martedì 27 marzo presso la sede dell’Agcom in via Poli, a Roma.

IL 29 MARZO IL SECONDO IPTV FORUM A MILANO

Giovedì 29 marzo a Milano, (Excelsior Hotel Gallia, P.zza Duca d’Aosta 9) si terrà il secondo IPTV Forum, organizzato da Business International. Quest’anno, in tre distinte tavole rotonde, verranno affrontati, con un panel costituito dagli operatori del settore, tutti i diversi aspetti tecnici e di mercato relativi alla IPTV. Nella tavola rotonda delle ore 11.15, sul tema “Dinamiche del mercato, l’IPTV come driver per l’offerta triple/quadruple play” interverrà, per AERANTI-CORALLO, Fabrizio Berrini. Per ulteriori informazioni: www.businessinternational.it